A057 – De Santis Orazio (detto l’Aquilano) – SACRA FAMIGLIAA057 – De Santis Orazio (detto l’Aquilano) – SACRA FAMIGLIA

a057

SACRA FAMIGLIA

Cod.: A057

Autore: De Santis Orazio (detto l’Aquilano) attivo a Roma XVI sec.

Orazio de Santis, incisore e disegnatore attivo a Roma dal 1568 al 1577 , eseguì le sue incisioni da Pompeo Cesura. negli anni dal 1568 al 1573, e quindi anche quando il C. era già morto. Queste incisioni del De Santis sono: Sacra Famiglia con i ss. Elisabetta e Giovanni (1568); Natività, Battesimo di Cristo, Crocifissione, Discesa dalla Croce in due prove diverse, Noli me tangere,Annunciazione (tutte datate 1572); Davide, una immagine di S. Maria Maggiore, i SS. Pietro e Paolo con i ss. Rocco e Sebastiano,Sacra Famiglia in due prove (tutte datate 1573); S. Girolamo,Cristo morto con la Vergine,Nicodemo e Giuseppe d’Arimatea (datate 1574); S. Giorgio che uccide il drago,Due angeli su un archivolto,Deposizione (non datate ma verosimilmente appartenenti a questi stessi anni). A questi fogli sono da aggiungere due storie della traslazione della casa di Loreto, in due fogli incisi da Filippo Tomassoni.

Epoca: XVI sec.

Tecnica: Bulino

Misure: 421 x 315 mm.

Descrizione: Bulino. Da un soggetto nello stesso verso di Pompeo Cesura detto Pompeo Aquilano. II stato su 2 con l’indirizzo di De Rossi. Pubblicato su AA.VV. The illustratated Bartsch, NewYork 1978 in continuazione. 34/17, 5.
Ottima impressione, stampata con inchiostrazione forte e brillante su carta vergellata con filigrana “Fiore di giglio in doppio cerchio” (cfr. HEAWOOD, 1637). Sottile margine irregolare oltre l’impronta della lastra, ottima conservazione.

 SACRA FAMIGLIA

Cod.: A057

Autore: De Santis Orazio (detto l’Aquilano) attivo a Roma XVI sec.

Orazio de Santis, incisore e disegnatore attivo a Roma dal 1568 al 1577 , eseguì le sue incisioni da Pompeo Cesura. negli anni dal 1568 al 1573, e quindi anche quando il C. era già morto. Queste incisioni del De Santis sono: Sacra Famiglia con i ss. Elisabetta e Giovanni (1568); Natività, Battesimo di Cristo, Crocifissione, Discesa dalla Croce in due prove diverse, Noli me tangere,Annunciazione (tutte datate 1572); Davide, una immagine di S. Maria Maggiore, i SS. Pietro e Paolo con i ss. Rocco e Sebastiano,Sacra Famiglia in due prove (tutte datate 1573); S. Girolamo,Cristo morto con la Vergine,Nicodemo e Giuseppe d’Arimatea (datate 1574); S. Giorgio che uccide il drago,Due angeli su un archivolto,Deposizione (non datate ma verosimilmente appartenenti a questi stessi anni). A questi fogli sono da aggiungere due storie della traslazione della casa di Loreto, in due fogli incisi da Filippo Tomassoni.

Epoca: XVI sec.

Tecnica: Bulino

Misure: 421 x 315 mm.

Descrizione: Bulino. Da un soggetto nello stesso verso di Pompeo Cesura detto Pompeo Aquilano. II stato su 2 con l’indirizzo di De Rossi. Pubblicato su AA.VV. The illustratated Bartsch, NewYork 1978 in continuazione. 34/17, 5.
Ottima impressione, stampata con inchiostrazione forte e brillante su carta vergellata con filigrana “Fiore di giglio in doppio cerchio” (cfr. HEAWOOD, 1637). Sottile margine irregolare oltre l’impronta della lastra, ottima conservazione.

Prezzo: Euro 750